Menu

Per me è possibile cambiare?

10 Settembre 2015 0 Comment


Molti pazienti ci pongono, in due varianti, la stessa domanda: “Per me è possibile cambiare?” oppure Questa volta cambieranno davvero le cose?”

Il quesito può essere relativo al cambiamento di una situazione che stanno vivendo, può essere relativo al cambiamento che dovrebbe operare una persona a loro vicina e, ancor più frequentemente, è relativo a colui che sta ponendo la domanda…

In altre parole: “Io riuscirò a cambiare?”

La riposta a questa domanda può essere data da varie angolazioni e oggi ne scegliamo una un po’ particolare raccontandoti una breve storiella.

Vittoria ed il suo cambiamento

Pochi giorni fa Valeria ed io siamo andati a trovare una sua cara amica che vive a Torino e che, 8 mesi fa, ha dato alla luce una bellissima bambina di nome Vittoria.
Non abbiamo modo di frequentarci spesso e l’ultima volta che avevamo visto Vittoria aveva due mesi… eh si sa, quando un bimbo è molto piccolo ad ogni mese si assiste ad un cambiamento quasi radicale.

E così è anche per Vittoria…

Adesso, per esempio, quando non piange per i dentini, ha scoperto che è davvero interessante giocare con gli anelli: è una piccola gazza ladra… se le dai un anello allora è suo!
Ed ovviamente… cerca di mangiarlo ma se il legittimo proprietario se lo riprende ecco che Vittoria si limita a guardarlo, con aria furbetta, come a dire:“Tanto non mi piaceva”!

La cosa che ci ha lasciato senza parole però, è un’altra: siamo rimasti sconvolti dalla velocità con la quale sta crescendo. Vedendola poco, e perdendoci tutte le vie di mezzo, per noi è come se raddoppiasse ogni volta!!
Ovviamente i suoi genitori non hanno la nostra stessa percezione del cambiamento perché la vedono quotidianamente.

Quando sei dentro ad un sistema è più difficile vederne il cambiamento.

Vittoria cresce e… allo stesso modo, anche tu, potresti essere in crescita oppure in stasi da troppo tempo senza esserne consapevole o, peggio, credendo di essere “in movimento”, coltivando la falsa illusione che qualcosa cambierà per poi, fra qualche anno, ritrovarti sempre nello stesso punto.

Quando devo cambiare mi scoraggio…

Le persone, nella maggior parte dei casi, non sanno come si fa a “tracciare” l’andamento di un processo di cambiamento e, soprattutto, non tengono presente che:
non sempre ad una decisione segue immediatamente un risultato.

Spesso c’è un ritardo o devi raggiungere una certa “massa critica” affinché qualcosa cambi.

Si tende a scoraggiarsi subito: “Io ho fatto X ma non è successo nulla… allora non ne vale la pena”.

Anche gli adulti reagiscono come Vittoria: a 8 mesi non ha ancora sviluppato, come è giusto che sia, la capacità di attendere. Se ha fame piange perché vuole tutto e subito. Ma Vittoria è piccola e, pian piano, la sua mamma le insegnerà a gestire il “tempo dell’attesa” ma un adulto non può più aspettarsi che il mondo risponda come quando si era piccoli recitando contro la vita o autocommiserandosi per la propria sfortuna…

Se prendi decisioni a cui fai seguire delle azioni tempestive e mirate il cambiamento avverrà, se non prendi decisioni, se non fai delle azioni il cambiamento non avverrà: è la cruda verità!

La domanda segreta…

Bene ed ora, dando per assodato che tu voglia davvero cambiare (una situazione, te stesso, le tue relazioni…)  come puoi fare per capire se stai davvero cambiando o sei “impantanato” in un circolo vizioso senza rendertene conto?

Come puoi sapere se qualcosa nella tua vita sta cambiando grazie alle decisioni che stai prendendo?

Beh esiste un test casalingo molto semplice per sapere se negli ultimi 2 anni qualcosa è cambiato.

Ecco il test:

Se il problema che ti affligge oggi è esattamente lo stesso che ti affliggeva 1 o 2 anni fa, probabilmente puoi prendere decisioni migliori.

Se invece il problema che avevi 1 o 2 anni fa è risolto o cambiato di forma, ottimo: le cose stanno cambiando.

Sono impantanato: che faccio?

Cosa fare se il cambiamento latita ed il tuo problema è lo stesso di 1 o 2 anni fa?

Per prima cosa devi sapere che, se il problema non muta sul medio periodo ci sono buone probabilità che rimanga tale anche sul lungo periodo.
Non voglio spaventarti: è solo molto probabile, non certo.

A volte è solo necessario un po’ di tempo… ma mai troppo tempo.

Se hai un problema da 2 anni e non è cambiato, se non in qualche piccola sfumatura, allora è saggio cambiare il modo in cui prendi le tue decisioni o, probabilmente, fra 2 anni avrai nuovamente lo stesso problema.

In definitiva: se il problema di una persona non cambia nel tempo, le sue decisioni non sono le migliori possibili.

Quindi: se rispondendo alla “domanda segreta” ti sei reso conto di essere come un criceto che corre all’impazzata sempre sulla stessa ruota e se questo ti fa pensare che vorresti smettere di correre a vuoto per iniziare a camminare con equilibrio… beh ora sai che devi sviluppare delle abilità.

Per cambiare una situazione devi sapere come farlo e devi sapere come funziona un processo di cambiamento: non affliggerti se le cose non cambiano perché è normale se non conosci il metodo.

Riprendendo la domanda iniziale: “Cambieranno davvero le cose?”

Si, puoi starne certo… devi solo capire che:

  1. devi imparare abilità che non hai;
  2. scegliere il professionista idoneo ad insegnartele (e non un un millantatore che ti “invita a crederci forte” o che ti motiva con strani giochetti);
  3. essere assetato di apprendimento.

Il cambiamento fa per me!

CorsiBiella ha fatto della formazione la propria vocazione: se il cambiamento non fosse possibile noi non potremmo esistere…

Ti ricordiamo che se vuoi rimanere sempre aggiornato sulle nostre attività e corsi (gratuiti e a pagamento) e ricevere materiale inerente la crescita personale e la psicologia puoi:

  • iscriverti gratuitamente alla nostra mailing list nell’apposita sezione del nostro sito (molte promozioni sono valide solo per gli iscritti alla lista, i tuoi dati saranno trattati solo per gli scopi citati e non divulgati);
  • mettendo MI PIACE alla nostra pagina fb
    https://www.facebook.com/corsibiella
  • contattarci via mail:
    Dott.ssa Valeria Mora, psicologa: valeriamora@psicologiapratica.it
    Dott. Marco De Filippo, life e business coach: info@esprimitestesso.it
Tag:, , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *